Sab. Giu 15th, 2024

A Chieri “esperimenti di piazze scolastiche” nuovi interventi in Piazza Silvio Pellico

piazza silvio pellico

A Chieri l’attuazione del Piano Generale del Traffico Urbano (PGTU) parte da piazza Silvio Pellico. La Giunta comunale ha approvato il progetto “Esperimenti di piazze scolastiche”. È infatti prevista l’attuazione di una serie di interventi in piazza Silvio Pellico finalizzati al miglioramento funzionale e alla riqualificazione dell’area.

La nuova Piazza Silvio Pellico

Questo è quello che è stato annunciato ieri dall’assessore alla Viabilità Paolo Rainato. Il Consiglio comunale ha approvato il PGTU a fine giugno. Prevede tra i primi interventi programmati la realizzazione di una “piazza scolastica” davanti al plesso scolastico Pellico-Levi. Si tratta infatti dell’edificio che unisce la Scuola Primaria Pellico e la Scuola Secondaria di I grado Levi. L’obiettivo è quello di rendere le scuole più sicure e fruibili dagli alunni e dai genitori. L’intervento prevede la totale pedonalizzazione della porzione di piazza antistante la scuola. Arredi urbani, giochi, tavoli da ping pong e altri elementi di “urbanismo tattico” saranno collocati all’interno della piazza. Lo scopo è quello di rendere lo spazio più piacevole da vivere per le studentesse e gli studenti nei momenti che precedono o seguono l’uscita da scuola o durante le pause. I parcheggi rimanenti saranno gratuiti a rotazione per 30 minuti (con biglietto indicante la targa dell’autoveicolo).  Gli interventi che saranno realizzati in piazza Silvio Pellico sono il frutto del processo di partecipazione che ha caratterizzato la redazione del PGTU. Infatti, è stato proprio il mondo della scuola, insegnanti e genitori, a sollecitare la pedonalizzazione, accogliendo le istanze sollevate dagli esercenti e dai residenti.

Photo credit: pagina Facebook del Comune di Chieri

By Redazione

Canale di informazione su attualità e politica, lifestyle, comunicazione e i Comuni del torinese e non solo

Altri articoli

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.