Marzo 6, 2024

A Santena cambia il volto di Piazza Martiri della Libertà

Santena cambia volto con la riprogettazione di piazza Martiri della Libertà, il cuore del centro cittadino santenese. L’Amministrazione comunale ha affidato all’architetto Roberto Gilli, il progetto di riqualificazione della piazza, sede degli uffici comunali e della Parrocchia, oltre che punto di congiunzione con Complesso Cavouriano e la scuola Cavour. «La riqualificazione della piazza è un progetto che non solo mira a trasformare uno spazio fisico, ma anche a celebrare la nostra storia e a promuovere il nostro commercio locale», motiva il sindaco Roberto Ghio.

Il progetto di riqualificazione, presentato pubblicamente in Commissione territorio questa settimana, è una testimonianza tangibile dell’impegno di Santena nel preservare il proprio patrimonio culturale e nel plasmare un futuro più attrattivo per la Città.

«Con diverse piazze di successo già realizzate nella provincia di Cuneo, Roberto Gilli porta la sua esperienza e la sua visione a Santena, riconoscendo l’importanza di partire dalla memoria storica della zona per guidare le nostre scelte – ripercorre Paolo Romano vicesindaco e assessore con delega ai Lavori PubbliciQuesta memoria è il fondamento su cui costruiremo una piazza che non solo sarà luogo di incontro e di svago, ma anche di grandi eventi per lo sviluppo economico della nostra città».

Tradizione e innovazione in piazza Martiri della Libertà

La storia di piazza Martiri della Libertà è profonda e ricca. Originariamente, al centro della vita cittadina, è stata testimone dei cambiamenti e delle trasformazioni di Santena nel corso dei secoli. Da quando, nel 1765, non esisteva ancora come piazza, fino alla sua trasformazione nel cuore della città, con la prima chiesa nel 1802 e il mercato che prendeva forma nel 1900, la piazza ha sempre riflettuto l’identità e l’evoluzione della comunità santenese.

«Il nostro progetto di riqualificazione si basa su un rispetto profondo per questa storia – ha spiegato Gilli in Commissione Territorio – Con uno stile che richiama l’eleganza francese e ha elementi architettonici che evocano il passato, stiamo creando una piazza che riflette il meglio del nostro patrimonio, mentre guarda fiduciosamente al futuro». Le innovazioni sono parte integrante di questo progetto. «Dalla creazione di una parte rialzata che ricrea il sagrato della chiesa, alla fontana a chiamata a raso e al grande spazio centrale per eventi e spettacoli, stiamo progettando una piazza che sia al passo con i tempi, ma che mantenga il suo carattere unico e autentico».

Riqualificazione oltre l’architettura e il design

Alta attenzione è data anche alla mobilità delle auto e delle persone: «Con 75 posti auto disponibili, una ridistribuzione intelligente per rendere il traffico meno pericoloso e la possibilità di pedonizzare la piazza durante gli eventi, stiamo creando uno spazio che sia accessibile a tutti e che promuova uno stile di vita sano e aggregativo», motiva Romano.

La nuova struttura prevede il rifacimento completo della pavimentazione, l’inserimento di aree verdi, fontane per i giochi d’acqua, un nuovo sistema di illuminazione e fioriere e arredi mobili. La riqualificazione non però solo una questione di architettura e design: «È un investimento nella nostra comunità, un segno tangibile del nostro impegno nel creare un futuro migliore per le generazioni a venire – sottolinea Ghio – Con questa riqualificazione, stiamo dando nuova vita a uno dei luoghi più amati di Santena. Stiamo creando uno spazio dove la storia si intreccia con l’innovazione, dove il passato si incontra con il futuro e dove la nostra comunità può socializzare e crescere insieme».

Leave a Reply
You must be logged in to post a comment.