Lun. Lug 15th, 2024

Torino, palcoscenico internazionale per le tecnologie emergenti

La Casa delle Tecnologie Emergenti del Comune di Torino ha aperto, il 18 giugno 2024, il primo Roadshow Internazionale. Co-organizzato con la Camera di commercio di Torino e supportato da 4 reti internazionali, 2 cluster tecnologici nazionali e 5 consorzi di progetti europei, segna un nuovo passo del capoluogo piemontese nel posizionarsi come capitale della sperimentazione in campo delle tecnologie emergenti per le città del futuro.

Primo Roadshow internazionale della Casa delle Tecnologie Emergenti di Torino

Oltre 200 persone e 30 speaker internazionali si sono riuniti in città per “5G towards 6G for CitiVerse – How AI, IoT, Blockchain and XR are driving urban innovation in future Cities & Communities“, il primo Roadshow internazionale della Casa delle Tecnologie Emergenti di Torino – CTE NEXT, organizzato dal Comune di Torino in collaborazione con la Camera di commercio di Torino, il MIA – Mercato Internazionale Audiovisivo e il Cluster Tecnologico Nazionale SmartCommunitiesTech. L’obiettivo è mettere insieme pubbliche amministrazioni, centri di ricerca, imprese e comunità di pratica a livello internazionale per confrontarsi su come le tecnologie emergenti – intelligenza artificiale, IoT e blockchain – insieme al 5G/6G stiano ridefinendo i servizi urbani nelle città europee e mondiali in diversi settori, a supporto di migliori servizi per i cittadini.

«A circa tre anni dall’avvio, la Casa delle Tecnologie Emergenti CTE NEXT rappresenta davvero un centro di trasferimento tecnologico diffuso sul 5G e sulle tecnologie emergenti, riconosciuto come un hub chiave dagli attori dell’ecosistema locale dell’innovazione e attrattore su scala nazionale e internazionale, con una community di oltre 600 imprese, di cui oltre 150 servite e ormai oltre 35 sperimentazioni di soluzioni urbane innovative sviluppate e testate in campo», ha dichiarato l’Assessora all’Innovazione Chiara Foglietta.

Le città stanno cambiando

Le tecnologie emergenti stanno ridefinendo i servizi urbani in molte città europee e mondiali. A Torino, la Casa delle Tecnologie Emergenti CTE NEXT, finanziata dal Ministero dell’Impresa e del Made in Italy, ha sviluppato e testato diverse soluzioni innovative in condizioni reali.

Secondo Dario Gallina, Presidente della Camera di commercio di Torino, «L’evento ci permette di posizionare la nostra città come centro di innovazione sui temi del 5G e sulle nuove tecnologie di prossima realizzazione, che avranno un grande impatto sul quotidiano di imprese e cittadini. Per noi è anche un modo per far conoscere a livello nazionale e internazionale un tessuto di startup e PMI locali estremamente innovative e interessanti per partner e buyer stranieri, che infatti partecipano numerosi alla giornata».

Fra le reti internazionali che hanno supportato e partecipato all’evento, ci sono la Enterprise Europe Network (EEN), che aiuta le PMI a crescere, innovarsi e internazionalizzarsi; la rete European Network of Living Lab (ENoLL), che riunisce i living lab di tutta Europa; lo European Institute of Innovation and Technology (EIT) Urban Mobility, che mira a riunire consorzi di città, ONG, istituzioni accademiche e partner commerciali per avviare progetti che coinvolgano le persone sui temi della mobilità urbana e del territorio pubblico; e il 6G-IA Network, voce dell’industria e della ricerca europea per le reti e i servizi di prossima generazione.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.