UN PROGETTO DI

Ritenzione idrica: di cosa si tratta e come si manifesta

ritenzione idrica

La ritenzione idrica o edema è un disturbo comune che può manifestarsi con sintomi come gonfiore, sensazione di pesantezza e cambiamenti nella texture della pelle. 

Colpisce soprattutto le donne e può incidere negativamente su chi è sovrappeso. Si manifesta quando il corpo trattiene e accumula eccessivamente i liquidi, causando gonfiore oltre che disagio. Può interessare diverse parti del corpo, ma è più frequente nelle gambe, nelle caviglie, nell’addome e sui glutei. Questo fenomeno comporta la formazione di un edema, ossia un rigonfiamento anomalo, ma anche l’alterazione della circolazione venosa e linfatica. Quest’ultima assieme ai liquidi accumulati, può provocare la dispersione di tossine che alterano il metabolismo.  Può essere, in specifici casi, la conseguenza di patologie gravi come le disfunzioni renali o cardiache, ma può anche verificarsi in seguito a reazioni allergiche ai farmaci. Inoltre, in alcuni casi, uno stile di vita sedentario e poco sano possono incidere sulla formazione della ritenzione. 

Consigli utili per combattere la ritenzione idrica

Questo problema può essere corretto seguendo uno stile di vita sano e identificando le cause che favoriscono l’accumulo di liquidi. In assenza di patologie importanti, il fumo, un largo consumo di cibi salati, abuso di farmaci, caffè e rimanere in piedi per periodi prolungati possono aggravare la ritenzione idrica. Un modo per combattere questo disturbo, è fare attività fisica in modo costante. Infatti, muoversi è un ottimo rimedio per favorire la circolazione. In particolare, fare una camminata all’aria aperta aiuta a rinforzare la muscolatura e a drenare i liquidi. L’uso di abbigliamento comodo e il sollevamento periodico delle gambe sono altri due fattori che aiutano a ridurre il gonfiore. Per quanto riguarda gli alimenti, si consiglia una dieta povera di sodio, ad alto contenuto di fibre e il consumo di frutta e verdura di stagione. Anche l’acqua gioca un ruolo fondamentale, infatti si consiglia di bere almeno un litro e mezzo di acqua al giorno. Prima di intraprendere una qualunque dieta o anche solo per ricevere un parere è sempre consigliato rivolgersi al proprio medico o farmacista di fiducia, per avere un riscontro personalizzato che si adatti alle esigenze di tutti.

Mantenere uno stile di vita sano, seguire una dieta equilibrata e svolgere una regolare attività fisica sono passi essenziali per ridurre la ritenzione idrica e migliorare il benessere generale. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *