Connect with us

Chieri

Museo del Tessile: giornata di studi sul connubio tra tessile e natura

Sabato 10 settembre, alle ore 15, riapre il Museo del Tessile di Chieri dopo la pausa estiva, e, in vista dei festeggiamenti della Madonna delle Grazie, Patrona della Città di Chieri, la Fondazione Chierese per il Tessile e per il Museo del Tessile ripropone la giornata di studi sul connubio tra tessile e natura.

Published

on

museo del tessile

Sabato 10 settembre, alle ore 15, riapre il Museo del Tessile di Chieri dopo la pausa estiva, e, in vista dei festeggiamenti della Madonna delle Grazie, Patrona della Città di Chieri, la Fondazione Chierese per il Tessile e per il Museo del Tessile ripropone la giornata di studi sul connubio tra tessile e natura, quest’anno intitolata “Non solo gualdo. Piante tintorie nel tessile chierese”. Infatti, saranno trattate diverse specie botaniche che rivestono particolare importanza nel contesto di riferimento.

Il programma del Museo del Tessile

Sin dal mattino, prenderà parte a questa giornata particolare Anna Ghigo, Presidente dell’Associazione Amici del Ricamo Bandera, che condurrà due workshop a numero chiuso in cui i partecipanti ricameranno la propria iniziale eseguendo i punti tradizionali della “pittura ad ago” usando filati tinti con radici di alcanna e robbia dall’Orto Botanico del Tessile. 

A partire dalle ore 15, presso la Sala della Porta del Tessile (Via Santa Clara 10/A), interverranno in conferenza Giulia Perin, artista in residenza stabile ed esperta di Batik e tecniche di tintura orientali, Magda Massaglia, botanica già collaboratrice del Museo del profumo di Savigliano, e Mitti Baiotti, guida esperta del Museo del Tessile. Inoltre, è previsto un intervento, in francese, di Lise Camoin, textile designer e fondatrice di Couleur Garance a Lauris.

Seguirà, alle 17.15, la visita guidata all’Orto Botanico del Tessile, sito in quello che fu il chiostro del convento di Santa Chiara, d’impianto quattrocentesco, trasformato agli inizi dell’Ottocento nel primo opificio moderno di Chieri. Sin dal Basso Medioevo, Chieri è stato un importante centro di produzione e commercio tessile, e per secoli ha legato le sue fortune alla filatura di canapa, lino, cotone ed altre fibre naturali, alla tessitura, alla “imbiancatura” e anche alla tintura dei tessuti – fustagni in primis

L’orto botanico

Quest’anno, l’Orto Botanico si è arricchito di alcune specie rare ed è stato rinnovato nel percorso per migliorarne l’accessibilità attraverso schede informative con testi sintetici mirati, nome scientifico di ogni specie anche in Braille e QR code di rimando a contenuti audio, così da coinvolgere un più ampio pubblico con abilità diverse.

La nuova cartellonistica dell’Orto del Tessile, con testi di Melanie Zefferino e Laura Vaschetti, è stata realizzata e installata da Claudio Zucca e finanziata grazie al sostegno di Regione Piemonte, che ha incluso la Fondazione fra gli enti culturali di rilevanza regionale per il triennio 2021-2023.

Continue Reading
Click to comment

Rispondi

Copyright © 2022 LoScoprinotizie. Canale di informazione su attualità e politica, lifestyle, comunicazione e i Comuni del torinese e non solo.
Responsabile di redazione Debora Pasero. Via Palazzo di Città 2/b - 10023 Chieri (TO) P.IVA: 11441470017
Per comunicati stampa, lettere, fotografie, opinioni : redazione@loscoprinetwork.it Tutti i diritti riservati | Progetto LoScoprinetwork | Consulta la Privacy Policy