UN PROGETTO DI

Mar. Giu 25th, 2024

Il cane più bello del mondo si chiama Cafaggio

Cafaggio è il Pastore Maremmano Abruzzese premiato come il cane più bello del mondo. Vive a Castellamonte, a settembre ha compiuto 6 anni e si è laureato campione iridato per razza e bellezza al World Dog Show, la massima competizione cinofile mondiale, svoltasi a Ginevra nello scorso mese di agosto.

Premiato a Castellamonte dal sindaco della città, Cafaggio ha già collezionato una serie di riconoscimenti internazionali, tra cui il titolo di campione europeo in Danimarca lo scorso maggio e il primo premio al Crufts 2023 di Birmingham a marzo. Successi che proiettano Cafaggio nella storia delle esposizioni canine. In 16 mesi lo straordinario esemplare dell’allevamento castellamontese ha vinto i titol di campione italiano, internazionale, mediterraneo winner, sociale, sloveno, croato e San Marino.

Origini e caratteristiche del Pastore Maremmano Abruzzese

I segreti del successo di Cafaggio nei concorsi internazionali sono dovuti al rispetto di tutti gli standard richiesti, dall’altezza al garrese, alle proporzioni del corpo e della testa in base all’altezza. Oltre al test morfologico, è importante anche il carattere, che dev’essere stabile ed equilibrato.

Il Pastore Maremmano Abruzzese è una razza originaria delle montagne appenniniche dell’Italia centrale, appartenente al ceppo dei grandi cani bianchi del Centro Europa, stirpe antichissima di guardiani di armenti e del gregge, giunta in Italia dal Medio Oriente. Tale appartenenza lascerebbe supporre antenati comuni con i cani da montagna dei Pirenei, i Kuvasz ungheresi, i Tatra della Polonia, i Cuvac slovacchi, i Šarplaninac e gli Akbash della Turchia.

Citato e decantato già in età romana da Catone, Columella, Varrone e Palladio, il Canis pastoralis o Pequarius (pecoraio) dal pelo bianco ha continuato a svolgere indisturbato le sue mansioni da guardiano dei greggi nel corso dei secoli, senza mai allontanarsi dall’appennino centro-meridionale dove aveva fatto specie a sé. Bellezza in quiete e in azione, intelligenza, equilibrio caratteriale, dignità e istinto naturale e non indotto per la guardia sono alcune delle qualità positive del Pastore Maremmano Abruzzese, che ha l’abitudine naturale di trattare l’uomo da pari a pari e come un amico.

Fonte comunicato stampa Città metropolitana di Torino

google.com, pub-5970322842197106, DIRECT, f08c47fec0942fa0

By Redazione

Canale di informazione su attualità e politica, lifestyle, comunicazione e i Comuni del torinese e non solo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.